Cosa faccio

Consulenze nutrizionali personalizzate

I due aspetti che voglio valorizzare nel percorso nutrizionale sono la qualità del cibo e l’unicità della persona. Credo ...

Approfondisci

Consulenze nutrizionali per scuole e aziende

Una sana e corretta alimentazione incide sul benessere psico­fisico delle persone, con risvolti positivi sull'efficienza mentale e fisica nel ...

Approfondisci

Incontri informativi, serate divulgative e corsi

Tengo incontri informativi e serate divulgative su temi della sana alimentazione in generale o su tematiche particolari, organizzati da me, scuole, ...

Approfondisci

Analisi bioimpedenziometrica

Conoscere la composizione corporea non vuol dire solo conoscere il proprio corpo, ma significa capire in modo oggettivo ed ...

Approfondisci



Chi è il biologo nutrizionista?

L’art. 3 della Legge 396/67 e il Decreto Ministeriale 22 luglio 1993, n. 362 affermano testualmente che formano oggetto della professione di biologo le attività di “valutazione dei bisogni nutritivi ed energetici dell’uomo” e di “determinazione della dieta ottimale individuale in relazione ad accertate condizioni fisio-patologiche…la determinazione delle diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi, ecc., in relazione alla loro composizione ed alle caratteristiche dei soggetti (età, sesso, tipo di attività)… la determinazione di diete speciali per particolari condizioni patologiche in ospedali, nosocomi…”. L’obbligo che incombe al biologo è ovviamente quello di non qualificarsi come medico, e, quindi, di non effettuare diagnosi mediche e di non prescrivere farmaci (in tal senso Cass. Pen. 04.05.2005 n. 16626)
“in riferimento al biologo il Consiglio di Stato con la sentenza n.6394/05 ha affermato …che le competenze del biologo in campo nutrizionale afferiscono ad una serie di atti e attività, fra le quali: in funzione dei fabbisogni nutritivi e in funzione delle intolleranze alimentari, l’elaborazione di diete destinate sia a soggetti sani sia a soggetti cui è stata destinata una patologia; l’indicazione di integratori/supplementi alimentari e altri prodotti dietetici di libera vendita” (Parere del Cons. Sup. Sanità del 15/12/2009, pag.2), concludendo poi che “il biologo può autonomamente elaborare profili nutrizionali al fine di proporre alla persona che ne fa richiesta un miglioramento del proprio benessere, quale orientamento nutrizionale, finalizzato al miglioramento dello stato di salute” (Parere del Cons. Sup. Sanità del 12/04/2011).