Mindful eating

Se per caso ti è già successo di sperimentare la fame nervosa, di pensare di essere dipendente da alcuni cibi, di giudicarti in maniera negativa per il tuo corpo o per non riuscire a seguire un regime alimentare, o anche semplicemente di accorgerti che mangi più per ingordigia che per fame effettiva, ecco che il Mindful Eating ti potrà davvero aiutare! Vediamo insieme di cosa si tratta.

Il Mindful Eating nasce all’interno della Mindfulness, una pratica di consapevolezza sviluppata negli ultimi trent’anni da Jon Kabat-Zinn, professore di medicina presso la University of Massachusetts.
La Mindfulness ha avuto un larghissimo seguito sia nell’ambito della medicina che in ambito psicoterapeutico e consiste nel prestare attenzione, con intenzione, e in modo non giudicante, al momento presente.

Il Mindful Eating applica la Mindfulness al cibo e all’esperienza del mangiare e ci aiuta a diventare consapevoli dei nostri pensieri e delle sensazioni fisiche legate al mangiare, riconnettendoci alla nostra innata saggezza riguardo alla percezione di fame e di sazietà.

1) Il Mindful Eating è innanzitutto un allenamento, uno strumento che si impara e che poi si può applicare a qualunque nostra esperienza di vita

2) Il Mindful Eating ci permette di cambiare il nostro rapporto con il cibo rendendoci consapevoli della qualità del cibo che introduciamo nel nostro corpo e facendo emergere la nostra saggezza nel distinguere la vera fame e la vera sazietà.

3) Il Mindful Eating ci consente di liberarci da tutte quelle reazioni automatiche riguardo al cibo e al mangiare e di migliorare il nostro stile di vita.

Come trainer formata in MB-EAT (Mindfulness-Based Eating Awareness), conduco percorsi di Mindful Eating, secondo il programma MB-EAT, sia a livello individuale che di gruppo.

Il programma MB-EAT si sviluppa in 10 incontri settimanali di 1 h circa + 2 incontri di follow up a cadenza mensile.

Il percorso, che non ha nulla a che fare con una dieta, include pratiche ed esercizi per aumentare la propria consapevolezza e la saggezza interiore, esercizi di ascolto delle sensazioni corporee (fame, sazietà, pienezza, soddisfazione, gusto), esplorazione della “fame nervosa” e del mangiare emotivo, esercizi ed esperienze dirette con il cibo, pratiche di meditazione guidate, pratiche di compassione e di ascolto delle emozioni ed esercizi per connetterci al corpo in maniera più intima e amorevole.

I benefici che potrai ottenere attraverso questo percorso ti permetteranno di far pace con il cibo e con il tuo corpo, di diventare più consapevole della tua vita alimentare e di gestire meglio le emozioni, la noia e lo stress senza utilizzare il cibo. Tutto ciò che imparerai diventerà poi uno strumento che potrai applicare a qualunque tua esperienza di vita.

Attraverso il Mindful Eating avrai infatti la possibilità di abbandonare la sensazione di essere in balia di situazioni, eventi, e pensieri e di sentirti più libera e consapevole delle tue scelte.